Trending

No tags found
Friday Dec 09, 2022

Recensione iniziale di Oppo Find N: trovare il giusto equilibrio?

 Siamo ancora relativamente all’inizio della storia degli smartphone pieghevoli e flessibili e questa è una buona cosa. Significa che diverse aziende stanno ancora provando forme, dimensioni e forme diverse per vedere cosa funziona meglio e imprimere la loro impronta su questo mercato neonato. 

Oppo ha appena annunciato il suo primo pieghevole consumer e, sebbene Find N possa sembrare un po’ simile ad altri dispositivi esistenti, ci sono differenze che rendono l’esperienza dell’utente drasticamente diversa. 

Design 

  • 132,6 x 140,2 x 8,0 mm (aperto)
  • 132,6 x 73 x 15,9 mm (piegato) 
  • 275 grammi 
  • Colori viola, bianco e nero 

Guarda il Find N da solo e potresti pensare che Oppo abbia copiato una pagina dal playbook Galaxy Z Fold di Samsung , ma quando li vedrai uno accanto all’altro saprai che non è esattamente così. Find N di Oppo ha l’aspetto familiare di un telefono pieghevole in stile libro, ma le sue proporzioni lo rendono una proposta diversa da quella di Samsung.

È notevolmente più corto e più largo del Samsung, e questo offre reali vantaggi quando si tratta di utilizzare lo schermo frontale per – beh – qualsiasi cosa. Ottieni più spazio per i video e un’esperienza di digitazione meno angusta, oltre a un mirino migliore per scattare selfie o vlog con le fotocamere principali. Inoltre, non è necessario allungarsi così tanto per entrare negli angoli più alti. È più facile da usare con una sola mano, questo è certo. 

Questa dimensione più corta significa anche che è abbastanza compatto, con una superficie più piccola di un iPhone 13 mini , anche se il suo spessore quando è chiuso significa che è praticamente come avere due iPhone mini impilati uno sopra l’altro. 

La parte posteriore del telefono assomiglia al Find X3 Pro di Oppo , sebbene sia una versione più tozza. L’alloggiamento della tripla fotocamera si trova sopra una sporgenza curva/ramificata sul retro, e questo particolare modello presenta una finitura viola che brilla, brilla e riflette la luce dorata a varie angolazioni a seconda della luce nell’area.

L’unico vero aspetto negativo della finitura di questo che abbiamo visto finora, è che le impronte digitali vengono visualizzate molto facilmente. 

Per quanto riguarda i bordi in metallo, quelli sono un puro alluminio lucidato color argento che si sente davvero forte e robusto. Sono inoltre dotati di un sensore di impronte digitali fisico sul lato che significa che puoi sbloccare il telefono sia aperto che chiuso.

Anche la cerniera sembra davvero robusta. Finora non abbiamo riscontrato oscillazioni o allentamenti, sia che il telefono sia aperto o chiuso. Il dorso di questa cerniera è l’unica parte del metallo che non è completamente lucida, con una scanalatura con finitura opaca che scende al centro. 

E la cerniera può tenere lo schermo a varie angolazioni, quindi se vuoi appoggiarlo durante le videochiamate puoi farlo. 

Quando lo apri, noterai che lo schermo non presenta quella singola piega distinta che abbiamo visto finora nei telefoni Samsung. Ciò è dovuto al modo in cui si curva all’interno del corpo quando è chiuso, in modo simile al Moto RAZR . LANUGINE TASCABILE

Ci sono alcune sottili increspature nello schermo flessibile se guardi nella giusta luce, che puoi sentire se sfreghi il dito o il pollice lungo di esse, ma non è neanche lontanamente evidente come qualsiasi altro che abbiamo visto finora da qualsiasi produttore. È praticamente invisibile e non rilevabile per la maggior parte del tempo. 

Display e software 

  • Pannello interno flessibile AMOLED da 7,1 pollici
  • Risoluzione 1792 x 1920 – Frequenza di aggiornamento 120 Hz – Picco 1000 nits
  • Display con cover AMOLED da 5,49 pollici
  • Risoluzione 1972 x 988 – Frequenza di aggiornamento 60 Hz – Picco 1000 nits 

Passando brevemente ai display effettivi, c’è molto da apprezzare qui. Entrambi gli schermi sono pannelli AMOLED che vantano una luminosità di picco fino a 1000 nits. Dove differiscono è nelle frequenze di aggiornamento e, ovviamente, nelle dimensioni. 

Il display principale all’interno presenta un refresh variabile che può andare da un minimo di 1 Hz fino a 120 Hz e si adatta in base al contenuto che stai visualizzando su di esso. 

Il display interno è da 7,1 pollici e ha un rapporto quasi quadrato, il che significa che non è perfetto per guardare video. Ci sono delle barre nere piuttosto pesanti. Tuttavia, ci sono alcune modifiche al software che lo rendono davvero utile. 

Con un’app aperta a schermo intero, uno scorrimento con due dita al centro la trasforma in modalità schermo diviso, offrendo essenzialmente due normali schermi del telefono nello stesso pannello. Oppure puoi pizzicare con quattro dita per avviare l’app in una finestra mobile, che puoi ridimensionare e spostare secondo necessità.

E quando apri o chiudi il telefono, puoi continuare nella stessa app che avevi aperto sia che ti sposti sullo schermo anteriore o sul display interno principale. Quel display frontale è un pannello a 60Hz. Il passaggio dall’uno all’altro durante lo scorrimento dell’interfaccia può essere un po’ fastidioso, ma per il consumo di contenuti multimediali e la navigazione che non supportano i 120 Hz, è difficile vedere la differenza in termini di fluidità. 

Hardware e prestazioni

  • Processore Snapdragon 888
  • RAM LPDDR5 da 8 GB o 12 GB
  • Memoria UFS 3.1 da 256 GB o 512 GB
  • Batteria da 4500 mAh – Ricarica cablata SuperVOOC da 33 W 
  • Ricarica wireless AirVooc da 15 W – Wireless inversa da 10 W 

Guardando i componenti interni utilizzati, è chiaro che Oppo intendeva rendere Find N un vero telefono di punta. Ha la piattaforma Snapdragon 888 che esegue lo spettacolo e questa è insieme a 8 GB o 12 GB di RAM. 

La quantità di RAM che ottieni dipende dal modello di archiviazione, con il modello inferiore con 256 GB di spazio di archiviazione e quello superiore con una capacità di archiviazione di 512 GB. È anche UFS 3.1, così bello e veloce. 

Per quanto riguarda la capacità della batteria, questo è in gran parte l’affare standard. Con 4500 mAh, è quello che ottieni su molti telefoni Oppo e dovrebbe essere sufficiente per farti passare un’intera giornata. 

I fan di Oppo potrebbero essere un po’ delusi nel vedere che non esiste una ricarica SuperVOOC da 65 W super veloce, ma con la variante di ricarica flash da 33 W, dovrebbe caricarsi abbastanza velocemente, dandoti circa il 70% di carica in mezz’ora. Ha anche la versatilità della ricarica wireless Qi e, se utilizzi un caricabatterie Oppo AirVOOC, otterrai velocità fino a 15 W in modalità wireless.  

Macchine fotografiche

  • Fotocamera principale da 50 MP f/1.8 con OIS e PDAF
  • Fotocamera ultrawite da 16 MP f/2.2
  • Fotocamera con zoom 2x con teleobiettivo da 13 MP f/2.4
  • 2 fotocamere per selfie da 32 MP 

Per quanto riguarda la fotocamera, qui c’è un sensore familiare. Oppo ha utilizzato molte volte il sensore Sony da 50 MP che si trova nella fotocamera principale, in particolare nel Find X3 Pro. Ha OIS e PDAF e dovrebbe significare immagini nitide, prive di sfocature e vivaci. 

È affiancato da altre due fotocamere sul retro: una ultrawide da 16 MP e un teleobiettivo da 13 MP con zoom ottico 2x circa, per darti quel tocco di versatilità. 

Ci sono anche due selfie camera come abbiamo accennato: entrambe hanno lo stesso sensore da 32 MP. Avremo bisogno di più tempo con il telefono per testare ulteriormente queste fotocamere. Tuttavia, con una fotocamera principale che sappiamo essere buona dall’esperienza precedente, abbiamo grandi speranze che questo fornirà un’esperienza che non sia eccessivamente compromessa. 

Prime impressioni

Quello che Oppo ha fatto con Find N è mostrarci che c’è più di un modo per fare il pieghevole in stile libro. Puoi avere un grande schermo all’interno e uno schermo utile all’esterno, senza ricorrere a un telefono colosso. 

È probabilmente più pratico in questo modo rispetto al Galaxy Z Fold 3, che ha un formato molto più lungo e un display più sottile all’esterno. 

Anche dalle prime impressioni, possiamo dire che non è perfetto, ma non è davvero lontano. Il suo problema più grande è che non sarà disponibile al di fuori della Cina. Ma se questo diventa il modello per i futuri smartphone pieghevoli di Oppo, OnePlus e Realme, il panorama del mercato dei telefoni flessibili sembra davvero molto luminoso. 

 

Back to Top